• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Il Canguro Albino

Il Canguro Albino

Tenero e rarissimo canguro albino allo zoo in Ucraina.

Annunci

Pensieri dinamici

image

E come ogni lunedì si cerca di fare mente locale per la settimana che inizia. Un nuovo inizio. Una nuova prospettiva.
Quando la domenica si cerca di uscire da quell’atmosfera sonnacchiosa, si pensano mille progetti, mille opportunità. Il lunedì, allora, si cerca di far qualcosa. La spinta dei buoni propositi, la mente che viaggia più veloce delle dita sulla tastiera. Riuscire a cavalcare il momento é spesso difficile. Però porta dei buoni risultati.
Serve comunque una mano, lavorare almeno a 4 mani é importante. The Doctor and his Companion. E’ sempre stato così e lo sarà per sempre.

Si ritorna sempre

image

Essere di ritorno, in un modo o in un altro si e’ sempre di ritorno da qualcosa o verso qualcosa. E’ così che funziona. Si progetta, si prende, si parte, si vive e si ritorna.
Ed e’ quando si viaggia in questo stato mentale che si fanno bilanci (rapidi) e si progetta il futuro (lunghissimi) idee che nascono grazie alla spinta propulsiva di uno stato d’animo per nulla positiivo, e che si sente come una costrizione.
Ok, durante i viaggi c’e’ chi dorme, ma non e’ detto non stia sognando di realizzare chissa’ quale progetto.
E io? Mah, io a margine delle giornate (che si sono per giunta allungate) sono in piena “area creativa” nel senso che non dormo, scrivo, progetto, disegno (scarabocchio) e leggo tanto.
Ora e’ sera, sono di ‘di rientro’ sull’isola dalla quale non riesco a staccarmi. E penso. Sì, devo reputarmi fortunata. Siamo in pochi ad avere queste fortune, a poter vivere a questi ritmi.
Avere la possibilita’ di creare un qualcosa che possa essere utile agli altri, mettere al servizio della collettivita’ il proprio talento, i propri pensieri.
Sono a disposizione, ma fin troppo spesso capita di restare soli con i propri post-it.

I sogni si coltivano, si conquistano e…

E’ da questa mattina che non faccio altro che riflettere su una cosa. Vedere una persona cui tieni molto realizzare i propri sogni ti riempie il cuore e ti fa sorridere. Ma poi accadono cose che, ovviamente, ti disarcionano. Non tutti sanno cosa si farà poi da grandi, lo so, sono stata fortunata per un lungo periodo della mia vita: ho fatto quel che mi piaceva fare, quello per cui mi sentivo tagliata, quello per cui invece delle barbie a 6 anni mi son fatta regalare la macchina per scrivere (ovvio che è ancora qui con me, non me ne separerò mai). Poi le cose evolvono in modo rapido ed inaspettato, un po’ come il sentiero che Bilbo segue nei suoi vagabondaggi, la Strada è lì che ti porta dove essa vuole, non sai mai cosa ci sarà dietro la prossima curva. E’ questo che rende  la vita un’esperienza magnifica.

Ma si deve anche avere la maturità di capire e comprendere, di non insistere, di rendersi conto se è davvero il momento di cercare un’altra strada.

La vita è complicata, io l’ho detto un anno fa, è come il tempo… it’s more like a big ball of wibblywobblytimey-wimey… stuff