• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Errori publicitari

Ho visto e rivisto la pubblicità della nuova BMW serie 3 Touring. Carina… ma c’è 1 errore.

Se la vedete bene, all’ 8° secondo inizia la scena del bivio autostradale con la segnaletica orizzontale.

Beh, nella pubblicità sono scritte al contrario. Nella realtà si scrive dal basso verso l’alto per permettere al guidatore che arriva di leggere nel senso giusto prima la prima parola (che troviamo scritta per prima, quindi in basso) e poi la seconda parola (che troviamo scritta per seconda, quindi su).  [per capirci meglio immaginiamo due livelli la parola che dobbiamo leggere per prima è posizionata al livello più basso e la parola dopo al livello su].

Invece nello spot ciò è capovolto. E’ più agevole per noi spettatori televisivi da leggere, ma non è verosimile, come uno spot, di quel tipo e taglio, dovrebbe essere. Se vuole evidenziare le caratteristiche reali dell’auto e riportare le situazioni vere della quotidianità, di certo è un po’ un errorino. No?!?!?

Duff…. BEer…Duff…

Dopo il Messico, la Birra Duff dei Simpson arriva anche in Italia

Un po’ di tempo fa, la mitica Birra Duff, compagna inseparabile di Homer Simpson e Barney Gamble, era venduta in Messico, solo via internet.

 

 Ecco il sito Duff

 

Ora viene venduta anche in Italia, in comuni pub o bar, oppure via internet per un costo di 2,75 euro a bottiglia.

Una bella trovata marketing per la generazione di giovani cresciuti con Homer.

 

 

BiIiIiIiIiIirrrRrRrRRaAaAaAaAa

Horror ischitano

ecco il link all’articolo esplicativo dell’horror ischitano.

Ed ecco il TRAILER

Possibile l’utopia dell’Eurotariffa?

Tariffe uguali in tutta Europa… speriamo!!!!!!! e che sia fissata al prezzo medio basso!!!!!

Il commissario alle telecomunicazioni, Viviane Reding, presenterà una bozza regolamento con un’eurotariffa roaming valida in tutti i Paesi Ue. La tariffa varrà non solo per gli sms inviati o ricevuti all’estero ma anche per mms e trasmissione dati via telefono o via internet.

Secondo la bozza di proposta, il regolamento prevede un tetto massimo di 11 centesimi per
ogni sms inviato o ricevuto all’estero, iva esclusa, contro una tariffa media europea che ora si aggira sui 29 centesimi. Attualmente per inviare un sms all’estero si va dai 6 centesimi dell’Estonia ai 60 centesimi del Belgio. 

Sul fronte della trasmissione dati via telefono cellulare, la proposta porrebbe un tetto massimo di un euro a megabyte – contro gli attuali 2 euro – per navigare su internet, scaricare dati o inviare e-mail.
 
Se la proposta verrà approvata dai ministri per le telecomunicazioni dei Paesi membri il prossimo 27 novembre, il via libera finale dal Parlamento europeo potrebbe arrivare prima delle elezioni del giugno 2009 e le nuove tariffe entrare in vigore dal prossimo luglio.
  
Dati della commissione Ue rivelano che nel 2007 gli europei hanno speso 800 milioni di euro per inviare sms in roaming e 560 milioni per la trasmissione di dati attraverso la telefonia mobile.

Cippi Dart e Iceskating: imperdibili!!!

Nuovissimi giochini per lo scoiattolino che tanto amiamo… un po’ flatulente ma geniale.

Ecco due nuove sfide: Darts e Iceskating.

  • Cippi Darts Game:
    Combina le forze della natura alla esplosiva potenza delle puzzette del superscoiattolo Cippi e diventa il campione di freccette di tutta la foresta!
  • Cippi Iceskating Game:
    Dimostra il tuo senso del ritmo. Memorizza le sequenze ed aiuta Cippi e Nippi nella loro buffa performance di pattinaggio sul ghiaccio!

 

 

Non ci resta che cliccare e iniziare a giocare!!!!!

Diffidate dalle imitazioni… parola di RAFFA!!!

Semplicemente grande. Ieri ho visto con gusto l’intero show di RaiUno. Una Raffaella in forma, sagace e ironica come sempre. E poi che bella l’esibizione sulle musiche degli ABBA e il duetto con Renatino. Ha anche parlato dell’eurofestival (un link lo trovate qui per saperne di più) e si è esibito l’ultimo vincitore del prestigioso concorso canoro Dima.

Poi le sorprese carinissime. E i CarrambaBoys che ora sono i Bellissimi. E le siglette composte dalla riconoscibilissima mano di Boncompagni (la vera prima donna…. Eva!!!).

Eh, dimenticavo di mensionare lo studio come i bei tempi di Fantastico o Studio Uno. Tutti specchi bellissimi e che effetti!!

Una bella serata davvero che si è poi conclusa con la vincita del super premio delle immancabili cassaforti.

Che dire, davvero un bel ritorno Raffaella. Continua così!!!

Ecco il link al fan club ufficiale segnalatomi dal mio amigo Jacopo  www.raffaellacarrafans.com

Med Vinischia 2008… è Cooking Cup!!!!

Berlusconi e i suoi siparietti pseudo-rinco

Il premier: «Me lo ha spiegato anche il dottore: il problema è che ho una certa velocità di ragionamento»

Lapsus con conseguente siparietto del premier Silvio Berlusconi a «Porta a Porta». Il Cavaliere si rivolge a Bruno Vespa chiamandolo, inavvertitamente, «dottor Fede». Pronta la battuta scherzosa del giornalista in risposta: «Se continua a chiamarmi Fede la sua fiducia in questo studio crolla…».

L’ANEDDOTO – Berlusconi sorride e racconta uno dei suoi aneddoti: «Me lo ha spiegato anche il dottore: il problema è che ho una certa velocità di ragionamento per cui quando parlo ciò che dico viene elaborato dalla parte sinistra del cervello mentre l’altra parte è già andata avanti con il ragionamento. Mi succede anche con i miei figli in famiglia…». Scatta, però, poi, l’autoironia del premier: «Ho fatto un patto con Confalonieri per cui chi capisce che l’altro sta rincretinendo glielo deve dire prima. C’è un unico problema: il caso in cui rincretiniamo contemporaneamente…».

IL FIORETTO E LA VEZZALI – Ma questo non è l’unico siparietto durante la puntata di «Porta a Porta». Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, si esibisce in un altro fuori programma con la campionessa olimpica di scherma, Valentina Vezzali, che ha donato al premier un fioretto personalizzato dall’incisione «al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, con sincera stima, Polizia di Stato, Valentina Vezzali». Berlusconi ha ringraziato la Vezzali che ha poi risposto: «L’Italia sta affrontando un momento difficile, spero che questo fioretto, anche se in maniera simbolica, la possa aiutare a risolvere i problemi che l’Italia si trova ad affrontare. Ma sono sicura che con persone come lei e come me, che tutti i giorni si allenano con sacrifici e che credono in grandi traguardi, l’Italia un giorno potrà guardare a testa alta tutte le altre nazioni». Il premier, a questo punto, ringrazia la campionessa azzurra che, a sua volta, sfida Berlusconi con il fioretto. A questo punto il premier risponde: «Non potrei mai, nemmeno con un fiore» e la Vezzali maliziosamente replica: «Presidente, da lei mi farei veramente toccare…».

L’originale CARRA’

Dopo tante copie ecco l’originale

Dopo due anni e mezzo di assenza Raffaella Carrà ritorna in televisione e lo fa da dove si era fermata, da quel “Carramba! Che fortuna!”, che ha segnato a tal punto un’epoca da entrare nel vocabolario della lingua italiana. Per la prima volta non di sabato però, ma di mercoledì, a partire dal 17 settembre e fino al 6 gennaio. Contro la sua proverbiale superstizione per ben due volte sarà in onda il giorno 17 (a settembre e ottobre) e in uno studio interamente coperto di specchi.

Formula fortunata non si cambia: il programma resta invariato nella sua struttura, con le storiche sorprese, i ricongiungimenti, 40 bellissimi ragazzi a fare da contorno, grandi ospiti e l’abbinamento alla Lotteria Italia che permetterà di vincere una somma ogni sera fino al jackpot finale che ammonta a 5 milioni di euro. Giorgio Panariello e Renato Zero sono gli ospiti della prima puntata che prevede anche un insolito omaggio agli Abba da un quintetto d’eccezione composto dalla stessa Carrà con Alexia, Fiordaliso, Marcella Bella e Spagna.

«Dopo tante copie del mio programma ritorna l’originale – ha detto oggi la Carrà in conferenza stampa – e quello che mi incuriosisce è vedere come reagirà il pubblico». La conduttrice avrebbe preferito tornare in tv con un programma nuovo, ma alla chiamata di Del Noce non ha saputo dire di no: «del resto nella sua reggenza ha collezionato così tanti successi che sono sicura mi porterà fortuna». Nel frattempo non nasconde la soddisfazione de “Il gran concerto”, programma di musica per bambini in onda la domenica mattina su Raitre, scritto con il suo compagno di sempre Sergio Iapino, ancora al suo fianco in questo ritorno.

Mercoledì al suo ennesimo “debutto” romperà il ghiaccio e l’emozione cantando e ballando «e poi si vedrà». Assicura un programma «umanamente vero, pulito, onesto, felice e professionale» e che non le si dica che è un’icona della televisione «perchè non se può più», come per l’eterno quesito del chi sia la sua erede. «La mia peculiarità è stata sempre quella di non esagerare con la presenza in video e, contrariamente a quanto dice Pippo Baudo sul dover sempre essere in onda, ho preferito mancare un po’ al mio pubblico, prima di ritornare».

Come trovare l’amore? Basta DICHIARARSI

Il segreto dell’attrazione secondo una ricerca britannica sta nella chiarezza

Bisogna far capire a chi si vuole conquistare che ci piace e dirglielo

LONDRA – Aspetto fisico? Scontato. Sguardo ammaliatore? Sopravvalutato. Tattica? Spesso inaffidabile. Il segreto per fare innamorare una persona è molto più semplice di quello che non ci si potrebbe aspettare da secoli di poesia, musica, psicologia. Ovvero dichiararsi. Se ci si è invaghiti di qualcuno, il modo migliore per avere una chance di conquistare il suo cuore è dirglielo o farglielo capire.

Suona banale? Eppure spesso le soluzioni più a portata di mano si rivelano le migliori. Ne sono convinti i ricercatori dell’Università di Aberdeen, giunti alla conclusione che alcuni indicatori sociali – come gli sforzi che si fanno per fare sì che l’oggetto del desiderio si accorga di noi, senza vergogna o timidezze inutili – giochino un ruolo vitale nello sviluppo di una storia d’amore.

In un esperimento condotto su 230 persone, uomini e donne, i cui risultati sono riferiti dagli studiosi su Psychological Science, ad ognuno dei volontari venivano mostrate quattro immagini con diverse espressioni del viso. Una mostrava una persona che cercava di stabilire un contatto con gli occhi ma non sorrideva, un’altra sorrideva ma non cercava lo sguardo degli altri, un’altra non cercava un contatto con gli occhi né sorrideva, l’ultima invece cercava un contatto con lo sguardo e sorrideva.

La preferenza è stata schiacciante in favore dell’immagine più accattivante, che guardava dritta negli occhi e sorrideva. “Questi indicatori sociali, che suggeriscono quanto si piace a qualcuno, si rivelano fondamentali nei meccanismi dell’attrazione”, spiega il dottor Ben Jones, uno degli autori dello studio, all’Independent. Un po’ di faccia tosta e persistenza, quindi, sono molto più efficaci di messaggini segreti o corteggiamenti anonimi. Parola di scienziato.