• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Pubblicitari…. pubblicità…

Ok che è acqua…. ok la poesia… ma più che il creativo, il copy e l’art, la figura più geniale di tutti credo sia stata il responsabile marketing che ha accettato di realizzare la campagna.

Aldilà dei risultati, di persone così se ne sente il bisogno

cloud

Architettura e tradizioni: la pira norvegese

Viaggia rapida sul web la foto del “falò” norvegese in costruzione: secondo i realizzatori dovrebbe essere il più grande del mondo. eLe lingue di fuoco dovrebbero essere viste a chilometri di distanza.

Opere che legano assieme l’ingegno architettonico e le tradizioni, che così trovano un pretesto per essere reinventate e non abbandonatefalo

Tempo: averne fin troppo

Chi ha tempo non aspetti tempo… beh certo, avendo qualcosa da fare uno si mette anche a farla, ma avendo momentaneamente esaurito i compiti quotidiani, e avendo anche trascorso un po’ di tempo per se stessi, che si fa? C’e’ un proverbio anche per questo?
E mi viene in mente la canzone Time after time

If you’re lost you can look–and you will find me
Time after time
If you fall I will catch you–I’ll be waiting

image

Rivoluzioni d’Oriente – Umbrella Revolution

Una vera e propria rivoluzione silente, una occupazione che va avanti da giorni e che interessa una grande fetta di popolazione che chiede l’applicazione della democrazia. Sono per la maggior parte studenti, ma ci sono anche tanti, tantissimi altri. E la polizia lancia gas lacrimogeno, sui social network sono stati bloccati gli hashtag di riferimento, chi scarica le app dedicate in realta’ scarica uno spyware per essere identificato dalla polizia. Insomma, dove viviamo?

image

image

image

image

image

Da 28 a 28: espressioni del tempo e delle attese

bill Attendere, aspettare che le cose diventino più chiare, osservare e intanto agire autonomamente, per essere pronti nel caso la linea temporale svoti di colpo e c catapulti in quella che potrebbe essere, finalmente, la condizione che stavamo attendendo con tanta pazienza.

Un allenamento continuo, perchè chi è in questa condizione deve restare “sul pezzo” non deve mollare o si auto-elimina dai giochi e, se non ha la fortuna di avere attorno le persone giuste che credono in te e ti conoscono, corre il rischio di dover ripartire da zero, come in un dibolico ed eterno gioco dell’oca.

Avere la certezza di essere protagonisti della propria passione, che poi è il lavoro dei sogni e riuscire a vivere anche di questo, è una condizione che permette e contempla il rallentamento di alcuni periodi. Il sapere / non sapere fa di certo da sottofondo di molte delle situaizoni in cui l’uomo si trova calato, ma fa parte del gioco. quel gioco che si muove su sottilissime trame che siamo noi a tessere giorno dopo giorno.

I trust my doctor, I’ll always trust him. Amd I’m waiting, ready to go.

45mo – Abbey Road still stands

Sono passati 45 anni dalla release di Abbey Road. Un album che ha cambiato per sempre il modo di fare musica e che ancora oggi influenza artisti ed amanti della musica in genere.

 

And in the end the love you take is equal the to love you make.

 

 

 

Schemi

psmEsistono ed esisteranno sempre schemi che mettiamo in essere, seguiamo e tramandiamo che sono così forti da riuscire a modellarci senza che noi ce ne accorgiamo. Anzi se poi qualcuno evidenzia l’applicazione di uno schema, andiamo anche su tutte le furie.

E’ l’essere umano che si comporta in un modo che sembra creativo e non troppo prevedibile, ma che in fin dei conti non lo è.

Le dinamiche escono fuori con forza specialmente negli ambienti di lavoro, in cui si è in contatto, spalla  spalla per molto tempo. Le aspettative sono diverse, i “generi” si comportano in modo molto diverso, in gruppo sembra che le sensibilità si omologhino verso il basso.

E il “genere” in minoranza deve farsi valere, farsi rispettare dimostrando silenziosamente ma continuamente di essere in grado di affrontare le mille sfide poste avanti.

E ce la si fa sempre.