• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Ischia nel Monopoly

E’ stata dura…. si sono mossi mari e monti… ma alla fine ISCHIA ce l’ha fatta!!!!   E’ entrata a far parte delle caselline del Monopoly al posto di Largo Augusto!

Grandissimo risultato!!!!!!!

 

79centesimi per avere Ischia in tasca

La serie di applicazioni turistiche Filmcards si arricchisce con una nuova guida interamente dedicata all’isola campana. Foto, video e tante informazioni utili per i turisti.

Dopo aver recentemente pubblicato su App Store l’applicazione turistica dedicata ai monumenti e ai luoghi d’interesse di Roma, iFilmcards sembra voler approfittare delle vacanze estive per lanciare un nuovo strumento dedicato alla nota località marittima di Ischia. Il software condivide lo stesso engine dei precedenti, e presenta quindi svariate somiglianze estetiche e contenutistiche: è possibile consultare la lista dei luoghi più importanti, con la storia e la descrizione, leggere delle festività più importanti o scoprire le dieci cose da non perdere assolutamente.

Per i turisti risulterà estremamente utile la sezione agli alberghi e ai ristoranti, con tutti gli indirizzi, i numeri utili e la mappa GPS, mentre nell’angolo Gastronomia vengono presentate le varie ricette dei piatti locali. Anche stavolta non mancha una corposa sezione multimediale, in cui poter vedere quasi un’ora di filmati e circa 300 foto che ritraggono i posti più importanti e suggestivi del luogo

fonte: macitynet.it

Caldooooooooooo!!!!!

Arriva la prima, vera, ondata di caldo in Italia. A partire da venerdì e per tutto il week end sulle regioni centro settentrionali sono previste temperature attorno ai 35-37 gradi. E in alcuni casi, soprattutto nelle grandi città, il termometro potrebbe sfiorare i 40. Allerta a Trieste, Milano, Bolzano, Bologna, Brescia, Roma e Rieti. Mentre sabato “allarme 3”, il massimo, a Torino e Venezia. Da lunedì temperature in calo.

 

Il sistema di previsione metereologico del Dipartimento della Protezione Civile (che monitora la situazione di 27 città italiane dal 15 maggio al 15 settembre) segnala che, nel fine settimana, “l’allerta sarà al livello 2″ anche a Genova e Perugia . Si attendono dunque ”condizioni meteorologiche di rischio che persistono per tre o più giorni consecutivi” nei quali ”è necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio”.

Gli esperti invitano inoltre ad evitare prolungate esposizioni al sole e di dotarsi di scorte d’acqua prima di mettersi in viaggio. Secondo il servizio meteo del Dipartimento le temperature saliranno costantemente di uno, due gradi al giorno fino a domenica, soprattutto in Sardegna, sulle regioni centrali tirreniche e su tutta la zona della pianura Padana.

Tra lunedì e martedì è invece previsto un ritorno delle temperature ai livelli medi stagionali. Non si tratta comunque di un’ondata di calore significativa, spiegano i meteorologi, anche se, essendo la prima della stagione, potrebbe provocare qualche disagio in più. Per questo sono già state allertate tutte le strutture locali, nonché i comuni, affinché i cittadini siano informati sulla situazione meteo e sui comportamenti da tenere in presenza delle ondate.

Alcune città, come Bolzano, hanno già fatto scattare i piani di emergenza per le categorie più deboli, anziani, bambini e persone malate. A favorire l’arrivo del grande caldo, “anche l’elevato livello di umidità presente su buona parte dell’Italia”, che fa sì che le temperature siano percepite come più alte rispetto a quella che è la realtà.