• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Anche con la pioggia….

gadFascino, colori, magia, incanto….  Ischia anche con la pioggia e le nuvole a coprire il sole è bella e fa davvero innamorare i tanti turisti a spasso per le sue strade.

Come Nicki Storey, blogger di Positano in vacanza ad Ischia con la famiglia.

Bellissime le foto – cartoline meravigliose

Ecco il link

Ischia. Foto a go-go in questa folle estate

Tante tantissime foto si rincorrono sul web, foto che vedono l’isola d’Ischia ritratta in modi sempre nuovi e “da vacanza”. E stamattina trovo questa foto di una colazione con panorama…. fame……

colaz

The day after

image

image

image

image

image

image

image

Floating Dreams

IMG_20140727_002141seen on ildispari | Un’edizione che sarà ricordata per molte cose, ma anche e soprattutto per la realizzazione di barche allegoriche particolari e coinvolgenti. Ischia Ponte, come tradizione, si è lentamente riempita: gruppi di amici, famiglie e bambini… tutti rigorosamente muniti di telo mare, vettovaglie e altro per poter trascorrere una serata indimenticabile in uno dei luoghi più suggestivi al mondo.

Seppur con un ritardo corposo, l’edizione 2014 della Festa a mare agli scogli di Sant’Anna ha aperto le danze con la lettura di uno dei brani più rievocativi e sentiti contenutii nel libro dedicato alla Festa da Andrea Di Massa, storico costruttore scomparso prematuramente, il tutto accompagnato dal suono delle tammorre. La baia, stracolma di persone e di imbarcazioni, attende fremente l’inizio della magia.

A sfilare nello specchio acqueo di Cartaromana é per prima il gozzo con a bordo la Banda di Forio che intona tradizionali musiche partenopee, seguito dalle tre installazioni artistiche realizzate in omaggio alla festa. La presentatrice, una emozionata Lucianna DeFalco, descrive la storia della festa, dei luoghi storici dell’evento e le novità dell’edizione in corso.

Piccoli problemi tecnici ritardano l’inizio della sfilata della prima imbarcazione, che dopo un po’ inizia ad avanzare: é realizzata dal gruppo L’isola dei Misteri – Procida e si intitola Mare é Amore. Le musiche, le coreografie, il richiamo sonoro a Il Postino affascinano e catturano, la barca sfila in un silenzio surreale e magico.

Subito dopo sfila l’imbarcazione realizzata dalla ProSerraraFontana, La festa del sole, raffigurante un carro di Apollo fiammeggiante ed un raccolto in atto. Tutti elementi che richiamano la nostra terra ed ispirati da Elio Marcheggiani.

Tra una imbarcazione e l’altra Lucianna DeFalco ha intervistato i tutor (novità di questa edizione) e il direttore artistico Salvatore Ronga.

“Altra novità sono i premi in denaro – introduce Ronga – che già dal 1955 facevano parte della festa.”

Il presidente di giuria si dichiara profondamente innamorato dell’isola d’Ischia: “Questa é una serata meravigliosa, sto vivendo delle emozioni uniche. Mi riporta alla mia gioventù in India dove le persone collaborano tra loro per realizzare eventi stupendi.”

Spazio di nuovo alle barche in concorso con I più bei fiori di Aenaria realizzata dal Borgo di Celsa ed ispirata da Vinicio Capossela. Atmosfere isolane, una barca che incuriosisce sin dai primi passi. La descrizione mitologica e storica cattura l’attenzione della baia: luci, fumi e musiche forti anticipano quella che sar àuna barca dai forti tratti teatrali. Il mito di Tifeo, la nascita di San Giovan Giuseppe e l’arrivo di Santa Restituta caratterizzano la scena della barca dei ragazzi di Ischia Ponte, scena che strappa sin da subito degli applausi dagli spettatori presenti. Le note di Capossela accompagnano la barca allegorica nel suo secondo giro del percorso, scemando lentamente.

“Quadri viventi in mare e affreschi viventi alla Torre di Guevara – dichiara Thomas Danzl, il professore responsabile del recupero e restauro degli affreschi – nella torre ci si può tuffare nella storia europea che si compone di mille elementi.” 

Il leggero vento che spira nella baia non intralcia la sfilata delle barche: ad entrare in scena é l’ultima barca in concorso, Da una cancellata quanta ricorde! realizzata dal Largo dei Naviganti ed ispirata da Erri DeLuca. Attesa e pathos accompagnano l’avanzata dell’ultima imbarcazione in concorso. Pescatori, contadini e donne movimentano la scena che ritrae elementi dell’architettura isolana. La scena si anima e dalla cupola del Castello si affaccia Sant’Anna che protegge gli isolani: ha inizio la vendemmia al ritmo di fisarmoniche e tammorre. Al ritmo di musiche di festa la barche sfila verso il Castello.

Mentre la giuria vota e le schede vengono raccolte per i conteggi, lo spettacolo di Dragon in mare e dei musicisti sul muraglione accompagnano i presenti verso la conclusione dell’evento più atteso dell’estate isolana.

I premi speciali.
Il Premio Funiciello e’ stato assegnato a Na cancellata quanta ricorde!
Il Trofeo Nerone é andato a I più bei fiori di Aenaria
Il Premio Domenico Di Meglio é stato assegnato a Na cancellata quanta ricorde
Il Premio Andrea Di Massa é andato exaequo alla barca presentata da Procida e Serrara Fontana

La Classifica finale
1. I più bei fiori di Aenaria, Comitato San Giovan Giuseppe
2. Mare è amore, Procida
3. La festa del Sole, Serrara
4. Da ‘na cancellata… quanta ricorde, Largo dei naviganti

La serata é stata conclusa da uno spettacolo piromusicale che ha visto il Castello protagonista indiscusso: luci e musiche hanno donato nuova vita all’anitco maniero. Coinvolta anche la Chiesetta e la Torre di Michelangelo. Applausi a scena aperta già dalle prime note di Blue Dolphine e l’incendio del Castello.

Sant’Anna 2014: una notte lunga 82 anni

Lunga, divertente e semiseria diretta live della Festa a Mare agli Scogli di Sant’Anna

http://www.ildispari.it/it/live-from-santanna-speciale-lagrandem/

 

My average everyday SuperHero

I modelli da seguire affascinano e passano. Di modelli oggi, nell’etereo della societa’ che brucia veloce miti e riti, non ve ne sono di reali. Piu’ che modelli sono mode del momento, mode legate nemmeno all’eta’. Mode e basta.
E allora si cerca di raccogliere pezzi qua e là, di applicarli alla propria vita. Se si riesce si cercano amici (non quelli cliccabili sui social, ma quelli veri) che condividono le idee, che sognano con te ad occhi aperti andando contro le facili limitazioni poste ai sognatori. E ce la si fa. Si costruisce, si procede, capita di fermarsi e sbattere contro un muro, ma insieme ci si rialza.
Patti chiari amicizia lunga? Sì, é esattamente così. Sempre che le parti siano d’accordo… 

Poi mi si chiede perche’ preferisco Batman e Batgirl… 

image

Rain on sandshoes

image

Pioggia, vento, estate, inverno, acquazzoni, risate, scarpe e piedi bagnati.
Un misto di emozioni, un turbinio di ricordi.
Lampi bianchi rincorsi da tuoni. Quando si é piccoli il temporale estivo diverte, é quella giornata particolare in cui l’estate si mette in standby per poi riprendere. Si cercano le scarpe adatte, il giubbino non troppo pesante ma che resista all’acqua… e puntualmente la scelta ricade sulle converse, che l’acqua non la sopportano poi molto.
Nello speciale per i 50anni di DoctorWho John Hurt le definisce “sandshoes” ai piedi di David Tennant.
Beh, quando piove, non ha tutti i torti.
Meglio cercare nell’armadio altro: si ha sempre un qualcosa da utilizzare ma che non si ricorda.
Life it’s what you make of it

Ripartire dall’isola dopo il weekend

Avevo già trattato questo argomento in un post precedente… ma questa volta lo voglio rapidamente mostrare attraverso un altro punto di vista: i trasporti  “esauriti”.  Facile gioco si parole elementare, ma intendo i posti esauriti, l’impossibilità di acquistare un biglietto per fare rientro in terraferma se non accontentandosi di modificare i propri programmi e partire al primo orario possibile.

Ecco le schermate della sezione online di Caremar e Alilauro, due vettori che operano nel Golfo di Napoli

Come vedete, alilauro per oggi hanun “esaurito” (al momento che vi scrivo mancano solo 2 corse per chiudere la giornata, ma pare ve ne siano alcune speciali) mentre caremar ad alcune corse segfnala l’impossibilità di acquisto di biglietti.

Esatta rappresentazione – PureCreativeMadness

jaws   Essere concentrati su qualcosa, mentre si pensa in multitasking ad altri progetti che  evolvono in parallelo…..  e perdersi la cosa più evidente….. che ti riporta alla realtà….

That’s me…  without PureCreativeMadness there’s no resolution….   RESILIENCE!!!!!!!

GET EXCITED AND DO THINGS!!!!!

Aenaria: storia – natura – territorio

E’ in corso la conferenza di presentazione del progetto Antica Aenaria presso il Castello Aragonese di Ischia.
Un tavolo di relatori davvero importante, con la dott.ssa Benini (archeologa), il dott. GiovanGiuseppe Lanfreschi (presidente Consorzio Borgo di Celsa), il Prof. Avv. Emmanuele (Fondazione Roma – Mediiterraneo), la dott.ssa Gialanella (sovrintendenza).
Sono in corso i saluti istituzionali. Isidoroo di Meglio, assessore alla cultura del comune di Ischia promuove in pieno l’iniziativa perche’ “quel quid in piu’ deve arrivare dalla riscoperta della nostra storia e dellla nostra cultura. Vivere un territorio significa conoscere le sue radici.”
“Ischia e’ un’isola stupenda – interviene Maurizio Maddaloni presidente della Camera di Commercio di Napoli – e gia’ la location di questo evento trasmette emozione, cultura e storia. Il Borgo di Ischia Ponte ha messo la prua verso la realizzazione di progetti di qualita’ che non possono che fare bene al territorio ed elevare la qualita’ dell’intero indotto.”
L’intervento di Padre Pietro Lagnese e’ toccante, doveroso un passaggio sui recenti eventi legati a Villa Orizzonte. “La bellezza salvera’ il mondo, e Ischia e’ un’isola piena di amore e di bellezza, e la riscoperta del territorio porta ad una riscoperta della bellezza della persona, della dignita’ umana che non puo’ essere calpestata. Questa iniziativa puo’ aiutarci a crescere nella qualita’ della vita.”
Fondazione Roma – Mediterraneo, con il prof. avv. Emmanele ha ringraziato l’intera organizzazione “per poter promuovere la cultura con il territorio”
“La qualita’ della vita e’ fondamentale – interviene Marzano – e si fonda su territorio, cultura e amicizia. E Ischia li racchiude tutti.”
Un pubblico d’eccezione riempie lo spiazzo della cattedrale distrutta ed ascolta rapito gli interventi dei conferenzieri.
Una serata indimenticabile che ora, inizia a snocciolare le novita’ legate al progetto Aenaria e alle ricadute che tutto cio’ avra’ sul territorio.
“avere e dare la possibilita’ di svolgere attivita’ turistiche – interviene l’archeologa Benini – un nuovo polo di attrazione turistica per l’isola.”
Parliamo, quindi, di quel parco archeologico sottomarino da tempo annunciato e lentamente elaborato.
Ore 21.20 é in corso la proiezione del video realizzato durante le operazioni di scavo sottomarino.

Ore 21.25 il Sindaco di Ischia porta i suoi saluti: scopro una realta’ meravigliosa. Io ricordo l’arrivo del presidente della Marina di Sant’Anna nel mio ufficio per chiedere di iniziare i lavori per riportare alla luce i reperti, io dissi di non avere fondi e lui mi rispose che avrebbero messo a disposizione le proprie mani nude. Questa e’ la sensibilita’ degli isolani. Ringrazio la Soprintendenza e Fondazione Roma Mediterraneo, c’e’ sempre stata la vicinanza di Maddaloni, di Marzano. Noi amministratori pubblici abbiamo l’obbligo di investire nella cultura. La concorrenza nel mondo e’ forte, ma bisogna contraddistinguerci per attirare sempre piu’ turisti con la qualita’ e la cultura. Saluto il presidente Lanfreschi che ha fatto sì che il progetto continuasse. Grazie per quello che state facendo a nome dell’intera isola. Confermo la vicinanza dell’amministrazione a questo tipo di progetti.

Ore 21.30 Parlare dopo queste immagini che hanno emozionato tutti – dichiara Lanfreschi – devono far riflettere. Noi viviamo in un paradiso e non ce ne rendiamo conto. Il Consorzio Ischia Ponte fa da cappello a molte iniziative del Borgo. Ischia Ponte nella storia ha avuto il primo esempio di associazionismo, e noi ripercorriamo quel tracciato. Siamo un gruppo di imprenditori che vogliono rendere il territorio più appetibile partendo da noi. Ringrazio anche Giulio Lauro mi ha presentato Aenaria come volano di evoluzione del turismo di Ischia Ponte. Il nostro consulente, Monticelli, imbastì una serie di progettualitá e mi sono rivolto a Maddaloni per avere le giuste riqualificazioni. Siamo arrivati ad oggi uniti ed operativi per portare avanti e mettere alla luce i sogni di molti. Grazie a Nicola Mattera per l’ospitalita’. Questa e’ Ischia, nei momenti difficili tiriamo fuori i nostri sogni e li realizziamo.”

Ore 21.40 dott.ssa Gialanella. “i giovani non devono fuggire, il nostro paese ha tutte le risorse per creare opportunità enormi.”

image

image

image

image