• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Sei comuni di cui uno impegnato anche nelle comunali… e l’affluenza oscilla….

Affluenza oscillante ed in linea con il resto del mondo europeo chiamato oggi alle urne

 

Barano  21.21%

Forio il 24,63

Lacco Ameno il 30.96%

Serrara Fontana il 24,25%

Casamicciola  57,43%

Ischia 30,39%

Affluenza alle urne… Ischia… isola…. 6 comuni….

Dopo 2 ore circa…. ancora dati parziali per le affluenze al voto… digitalizzazione sui generis….

 

Eccoli nel dettaglio:

Barano d’Ischia                  6.56%

Casamicciola Terme         22.34%

Forio                                    10.72%

Ischia                                      ?????

Lacco Ameno                     10.46%

Serrara Fontana              8.58%

 

 

 

 

 

europ

Briglie

image

Qualche giorno fa sono stata in giro per il noto comune termale isolano…   tralasciando le ovvie considerazioni che potrebbero scaturire anche solo da una superficiale occhiata al panorama naturale e umano delle stradine comunali (e non) piccoli dettagli catturano la mia attenzione, piccole immagini che rielaboro inevitabilmente in una dimensione mia mista e composita. Ecco, come si puo’ solo pensare di imbrigliare una storica campana esterna di una chiesa con i festoni della festa patronale? Eppure si fa. E la campana resta così lì congelata nel suo movimento che dovrebbe essere naturale e familiare. Un po’ come quando ci si alza dal lato sbagliato del letto e ci si sente stretti, imbrigliati in qualcosa che non capiamo cosa sia. Qualcosa che spesso non dipende nemmeno da noi stessi. E cerchiamo di risollevarci ma non ce la si fa.   Basterebbero un paio di buone forbici a liberare il tutto. Un taglio che non deve essere visto come rottura, ma come una liberazione, una riconquista di sé senza la paura di perdere le persone care. Perché chi ci vuole davvero bene non sparisce e non giudica. Chi vuole davvero bene resta nonostante tutto e cresce insieme.

Pioggia – terra – fango – disastro – e ora?

Ennesima tragedia annunciata… non è solo una frase fatta, purtroppo è realtà.

Ecco un raccolta di link da internet (i tg e i contenitori di news da ieri stanno effettuando ampi servizi in diretta da Casamicciola)

Ischia, il peggio è passato (la stampa)

Frana a Ischia, oggi scuole chiuse (ansa)

Frana ad Ischia: ancora quanti morti prima di dire basta all’abusivismo? (agoravox)

Le voci della disperazione (il mattino)

Attivo coordinamento soccorsi (ansa)

Photostory (ansa)

Una frana nazionale (affari italiani)

Foto, video e molto altro in diretta dall’isola (ischiablog   ultimora   ischiamondo)

Speriamo che tutto ciò porti finalmente a qualcosa di concreto… urgono provvedimenti seri

Tragedia in Ghana

Operaio ucciso in Ghana: identificato
Era napoletano, viveva ad Ischia e aveva tre figli
Si chiamava Massimiliano Coletta, ed aveva 48 anni, l’italiano ucciso ieri a Tema, in Ghana, doveva lavorava come operaio.

Coletta, nato a Napoli e da una ventina di anni residente a Ischia, alloggiava in un’abitazione nella citta’ di Tema e all’irruzione di un gruppo di banditi si trovava in casa con alcuni parenti ed amici. Gli italiani si sono dati alla fuga e uno degli assalitori ha sparato uccidendo Massimiliano Coletta. Lascia la moglie e tre figli di 16, 18 e 20 anni.

fonte: ansa.it

Ischia è una SPA completa, l’unica del Mediterraneo


bit ischia
bit ischia
Una conferenza stampa ricca di spunti e di tante novità…

Una grande attesa e una grande affluenza per la conferenza stampa “Ischia luogo dei sensi” promossa dall’isola d’Ischia e svoltasi nell’area conferenze all’interno del padiglione della Regione Campania.

“Essere presenti in maniera unitaria a questo importantissimo appuntamento per il Turismo mondiale, quale è Milano, è un traguardo ambitissimo già raggiunto – ci dice il Vicesindaco e Assessore al Turismo del Comune di Ischia Luigi Boccanfuso – presentare una visione d’insieme sul vasto territorio isolano è la cosa principale da fare per risollevarsi da questo periodo di crisi che ha investito un po’ tutti.

Dobbiamo riuscire a far arrivare a tutti, isolani in primis, ma anche e soprattutto ai media, il messaggio che l’isola d’Ischia è l’unica vera SPA naturale che offre il Mediterraneo. E in virtù di ciò tutto deve mirare alla valorizzazione di ciò che è rilevante e importante per il turista, non deludendo mai le sue aspettative. Grazie alle novità portate dal dott. Fimiani e dal giudice Ambrosio sì sta ora presentando in giro un nuovo modo di concepire le terme, non solo curativo, ma anche e soprattutto come benessere sia psicologico che fisico e – continua il vicesindaco Boccanfuso – l’Amministrazione Comunale sta già da tempo cercando di realizzare interventi che puntino alla valorizzazione e riscoperta delle bellezze oramai date per scontate (e a torto) della nostra isola. Non a caso la Regione ha sposato con entusiasmo il progetto di riqualificazione della sentieristica isolana. Presentando a Milano la novità dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” intendiamo creare un punto di partenza e per questa nuova formula che Ischia vuole approcciare. Una nuova concezione che ci porterà a promuovere il territorio ai più grandi appuntamenti mondiali del settore turistico.”

Ed infatti Ischia è già al centro delle attenzioni delle istituzioni di settore. “Non a caso – ci spiega l’amministratore dell’EPT Dario Scalabrini – appena dopo Pasqua si svolgerà un incontro con le amministrazioni dell’intera isola, per creare una rete di eventi che colleghi sempre più l’isola alla Baia di Napoli. Ischia è un gioiello del Mediterraneo e facilmente raggiungibile. Vorrei cercare di portare sull’isola personaggi e testimonial nazionali che la possano promuovere sul nostro territorio italiano, nell’immediato, e poi a lungo raggio nei mercati esteri. Il mio intento è quello di riuscire a creare prodotti permanenti su Ischia, come già è stato fatto per il l’Area Marina Protetta Regno di Nettuno e per la sentieristica. Riuscire ad avere ciò permetterebbe l’inserimento dell’isola in un percorso che contempli al tempo stesso il benessere delle terme e la cultura degli scavi archeologici. Significherebbe dare a Ischia l’immagine di benessere sia fisico che culturale.”

Svecchiare il target, sembra essere questa la carta da giocare in questo momento.

“Ischia ha un sottosuolo ricchissimo di proprietà ed è questo ciò che fa delle acque dell’isola una risorsa rara ed irriproducibile – interviene il dott. Fimiani – La peculiarità dell’isola è che essa racchiude tutto ciò di cui si ha bisogno, un vero e proprio luogo di rigenerazione dei sensi, con i colori, gli aromi, i profumi, le atmosfere che solo una terra vulcanica come la nostra può offrire. Questo è un forte elemento distintivo che fa di Ischia la meta privilegiata dei turismo in Italia.”

“Grazie all’Area Marina Protetta siamo entrati nel gotha dell’ambientalismo mondiale – ci spiega il Presidente dell’Area il dott. Albino Ambrosio – e ciò ha avuto effetti immediati sia sulla natura (una biodiversità così ampia non si registra in tutto il Mediterraneo) ed anche un boom di un turismo legato a queste realtà. Solo per le immersioni si è registrato un incremento del 2000%, ma è possibile fare moltissime attività all’interno dell’Area. Si può fare snorkeling, gite turistiche, pesca turismo, pesca sportiva, diportismo… il tutto in un ambiente paradisiaco. Inoltre a Ischia sono presenti le sette specie di cetacei che vivono nel Mediterraneo e che possono essere avvistate grazie a delle escursioni organizzate, una cosa unica in tutta Italia.”

Ma i colori, la solarità, le terme e il benessere di Ischia passano anche per la cucina, ed infatti lo Chef Nino Di Costanzo, premiato con la stella Michelin, ha incantato la sala descrivendo la bontà dei prodotti isolani, a km zero, come ama definirli lui, e che racchiudono le specificità nostrane. “Io propongo in giro per il mondo una cucina semplice, che faccia risaltare i veri sapori ed infatti per legare la tradizione culinaria isolana al termalismo – ci spiega lo Chef Di Costanzo – ho creato una nuova ricetta, il coniglio cotto in crosta di fango, con uno sciroppo ricavato dalla distillatura dell’acqua termale con alcuni fichi in infusione. Una cottura lenta, che vede il coniglio avvolto in un foglie di vite, dona al tutto un aroma irripetibile e che riesce a raccontare tutta la storicità dell’isola.”

Una conferenza seguitissima, durante la quale non sono mancati gli interventi dal folto pubblico presente, che ha riempito l’intera sala conferenza, andando ad esaurire anche i cosiddetti “posti in piedi”.

Tra i presenti i componenti del Dipartimento Turismo del comune d’Ischia Piero D’Ambra e Lello Pilato; Michele Iacono, Assessore al Turismo del Comne di Barano,.l’Assessore di Ischia Luciano Bazzoli, il Consigliere Comunale di Casamicciola Terme Ciro Frallicciardi e l’Assessore al Turismo di Casamicciola Terme Gianfranco Mattera, Vincenzo Zabatta consigliere comunale di Ischia ma anche imprenditori come Pasquale Gentile presidente degli albergatori di Napoli ed associato COMTUR, Ermando Mennella, presidente di Federalberghi Ischia e numerosi albergatori isolani.

“Un risultato ottimo – conclude l’avv. Boccanfuso – un punto di partenza concreto per il rilancio dell’intera isola d’Ischia, con una maggiore concertazione e impegno che già tutti noi stiamo profondendo.”

Maria Funiciello

IV Ischia Young Music Festival

Date:27 dicembre 2008 – Piazza Marina, Casamicciola

Un progetto tutto made in Ischia, una organizzazione tutta isolana, composta da volenterosi ragazzi che hanno in comune la voglia di creare e di suonare.

Ecco alcuni degli elementi alla base del IV Ischia Young Music Festival un grande evento che tra natale e capodanno regalerà forti emozioni a tutti coloro che coloreranno piazza marina a Casamicciola Terme.

Una magica serata organizzata da Ischianet.org e che riserverà tantissime sorprese.

Keep Tuned for more!!!!!!!