• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI

Google festeggia le “barrette”

Oggi al posto della canonica scritta “Google” campeggia un codice a barre. Oggi infatti è l’anniversario di tale invenzione.

I codici a barre contengono informazioni come mail, numeri di telefono e alte info generiche sul prodotto.

E’ così “importante” che il mio Nokia n95 8gb ha al suo interno un programmino per leggerli e mi son detta:” quasi quasi provo a leggere questo codice, di sicuro quei geniacci di Google avranno scritto Google con i codici a barre o altre frasette…”

e invece no… non c’è scritto nulla, sono stanghette messe così.

Ora o sono io che non so usare l’applicazine sul cellulare (il che è possibile perchè ancora devo riuscirea leggere un codice a barre) o davvero non hanno scritto nulla. Chi ha provato?

Errori publicitari

Ho visto e rivisto la pubblicità della nuova BMW serie 3 Touring. Carina… ma c’è 1 errore.

Se la vedete bene, all’ 8° secondo inizia la scena del bivio autostradale con la segnaletica orizzontale.

Beh, nella pubblicità sono scritte al contrario. Nella realtà si scrive dal basso verso l’alto per permettere al guidatore che arriva di leggere nel senso giusto prima la prima parola (che troviamo scritta per prima, quindi in basso) e poi la seconda parola (che troviamo scritta per seconda, quindi su).  [per capirci meglio immaginiamo due livelli la parola che dobbiamo leggere per prima è posizionata al livello più basso e la parola dopo al livello su].

Invece nello spot ciò è capovolto. E’ più agevole per noi spettatori televisivi da leggere, ma non è verosimile, come uno spot, di quel tipo e taglio, dovrebbe essere. Se vuole evidenziare le caratteristiche reali dell’auto e riportare le situazioni vere della quotidianità, di certo è un po’ un errorino. No?!?!?