• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI
  • Annunci

Le Mete per le Vacanze di Pasqua

A Pasqua vincono le terme e il relax, su città d’arte e scampagnate. E Ischia è una delle mete preferite in Italia. Alberghi tutti esauriti. Secondo le previsioni si attendono sull’isola oltre le 15.000 presenze al giorno, complice il bel tempo. Ottomila i posti letto occupati, gli altri saranno turisti mordi e fuggi. Assalto all’isola, insomma, anche se sono aperti solo il 40 per cento degli alberghi.  Aperti i  Poseidon.  Gli aliscafi e i traghetti sono tutti pieni, il tempo è buono, si annuncia una buona Pasqua. Domenica alla corsa dell’Angelo si attendono oltre 10.000 persone. Riaperta in tempi record anche la strada per Citara. Ma gli operatori commerciali e turistici sono preoccupati.

“Secondo le previsioni questo week-end va bene, c’è molta vivacità sull’isola. Gli hotel hanno promosso pacchetti con offerte per i tre giorni e sono pieni, ma i prossimi ponti del 25 aprile e del primo maggio hanno date sfavorevoli. Per la vera apertura della stagione bisognerà aspettare il 2 giugno e c’è molta preoccupazione sull’isola, perciò anche molte strutture non se la sono sentita di aprire per Pasqua.  Tra gli hotel aperti i due cinque, Regina Isabella e Manzi. E scatta la caccia ai vip. Ieri avvistati a Sant’Angelo Deborah Compagnoni e Alessandro Benetton.

Annunci

Top Ten dei peggiori alberghi…. come poteva mancare Ischia….

Nicola da Bologna gli ha fatto causa, Paolo lo definisce una bettola, Francy scrive “meglio la galera a questo villaggio” e Saby consiglia a tutti di evitarlo. Con cinquanta recensioni negative contro nove sufficienti il villaggio vacanze Porto Ainu di Budoni, in Sardegna, si aggiudica il primo posto nella classifica dei dieci alberghi più sporchi d’Italia del 2010. A decretare l’infamante vittoria sono, come avviene già da qualche anno, i numerosi iscritti al sito TripAdvisor: la più grande comunità di viaggi al mondo intorno alla quale si riuniscono persone che lasciano commenti, spesso accompagnati da foto, su trasporti, strutture alberghiere e mete visitate. Nasce così, grazie a numerose cavie da hotel, una delle classifiche più temute al mondo.Hotel Center 2. Buona ripresa per il primo, anche se l’84% dei clienti non lo consiglia; pessima performance invece per il secondo che, nonostante l’apprezzata posizione centrale, viene definito un hotel da tre stelle sporco e vergognoso per una città come Roma. Sconsigliato dal 76% dei clienti e con quindici giudizi pessimi, al sesto posto c’è il villaggio Gioca in Birdi di Aglientu, Sardegna, mentre al settimo con giudizi che vanno da “quasi pessimo” a “ complessivamente positivo, se parti preparato”, si piazza l’hotel Terme Parco Eco di Ischia.

Ottavo e nono posto spettano ad altre due strutture della capitale: l’hotel Rubino e il Park Hotel Blanc et Noir. Volete sapere secondo Steve di Los Angeles qual è la differenza tra dormire al Rubino e dormire in strada? Centoventi euro, ovvero il costo di una notte in doppia. Prezzi troppo alti, servizi scadenti, muffa e scarsa pulizia anche per l’altro hotel romano che viene sconsigliato dal 90% dei clienti che lo hanno recensito

Il viaggio negli inferi degli alberghi italiani inizia dalla Sardegna: “Siamo arrivati il 28 agosto presso la struttura di Porto Ainu – spiega sul sito l’utente Muxmus che insieme a moglie e bambini ha visitato l’hotel nel 2009 – l’impatto è stato forte: spazzatura sparsa per il villaggio, anche nei pressi del germinal club, le stanze puzzolenti di muffa con sanitari che non scaricavano bene, le prese della corrente erano scoperte”. Insomma, un vero incubo quasi al pari del secondo hotel classificato. Si tratta del Repubblica Hotel di Roma (al terzo posto nella classifica 2009) e anche qui per capire le condizioni basta lasciare la parola a chi dice di averci dormito. Olympia è tornata a Washington da pochi giorni dopo aver trascorso con la famiglia una vacanza nella capitale, dormendo proprio nel centrale hotel. “La cosa migliore – spiega – è il sito internet”. Per il resto è un tripudio di “vecchio”, “rotto” e “sporco”.

Al terzo posto si piazza La Pace Hotel di Tropea e anche qui i commenti non mancano: “vergognoso”, “da evitare”, “ orrore in hotel”, “andate dovunque ma non qui”. Contestati dai clienti sono soprattutto il rapporto qualità prezzo e la pulizia. Al quarto e quinto posto troviamo altri due hotel romani: uno, il Nizza, era stato il vincitore della classifica 2009 e l’altro è la new entry

Bus + Hotel per la ripresa del turismo…

Surfando in rete ho trovato questo articolo… sulla rinascita del turismo…. sulle vantaggiose offerte e via dicendo…. come punta di diamante della società Fruit Viaggi figura l’isola d’Ischia. (basterà per risollevarci dalla crisi?)

Ecco l’articolo
Per Fruit Viaggi segnali positivi dalla passata stagione
Tra le novità le otto strutture sull’isola d’Ischia dove ha effettuato operazioni vuoto-pieno
Fruit Viag
gi, dopo i riscontri positivi sia in termini di fatturato sia di presenze (incremento di oltre il 70%) della stagione passata, vede come novità 2010, le otto strutture sull’isola d’Ischia dove ha effettuato operazioni vuoto-pieno. Un prodotto supportato da una programmazione sull’isola con oltre 50 alberghi in allotment e tariffe nette. Si parte dal 5 stelle Terme di Augusto, struttura di Lacco Ameno, alcuni 4 stelle come il Sorriso Therme, Strand Hotel Delfini e Park Hotel La Villa; le strutture 3 stelle quali il Park Teresa, Villa al Parco e Zì Carmela di Forio. Il prodotto garantirà disponibilità anche in alta stagione e prezzi competitivi grazie ad una politica aggressiva fatta di offerte 2×1 con prezzi a coppia e tariffe nette anche in altissima stagione. Il t.o. conta anche nuovi operativi delle autolinee, che metteranno in contatto la maggior parte delle province italiane con l’isola con partenze garantite per i clienti individuali ogni domenica. I pacchetti bus + hotel permetteranno alle adv e agli operatori di rivendere con faciltà Ischia, grazie a un servizio garantito che porterà il cliente direttamente in struttura, garantendo assistenza in loco e numerose possibilità di escursioni.

I migliori giornali d’America parlano di Ischia grazie al Magazine Travel+Leisure

Crisi….Crisi….Crisi…. Basta accendere un secondo la tv e subito si sente parlare di crisi del settore turistico in Italia.

Troppe foto e filmati di cassonetti straripanti “sono state messe in giro” e hanno finito col sovrapporsi alle bellezze della nostra terra.

Ma per fortuna qui sulla mia bella isola verde (parlo ovviamente di Ischia) questo problemone munnezza non c’è, anzi è partita una funzionalissima raccolta differenziata “da far invidia a Principi Reali”.

E, sempre per fortuna, la promozione turistica va a gonfie vele (anche se gli albergatori stanno sempre a lamentarsi 🙂 ).

Ad esempio oggi surfing in Internet ho trovato il sito del Winston-Salem Journal, il quotidiamo del Nord Ovest della Carolina, che in un articolo intitolato: Il Magazine, travel and leisure, elenca le spiaggie più abordabili vicine e lontane cita, in paragone con la vicina (per loro che sono in America) Hawaii, anche il bellissimo Hotel La Baia di Ischia.

Tra parentesi sono anche riportati i prezzi… Hawaii 98 dollari a notte contro i 183 dollari a notte di Ischia, ma al nome della nostra isola è anche legato tutto il seguito wellness che deriva dalla natura vulcanica e termale.

Ecco cosa riporta l’articolo:

Hotel della Baia
Italy

Price: $183WHAT IT’S LIKE: On the volcanic island of Ischia—famous for its hot springs and therapeutic mud—and outside the small town of Lacco Ameno, sits the Hotel della Baia, a chic, secluded, 25-room inn. The outdoor bar is surrounded by bougainvillea and lime trees, and the garden terraces off the first-floor rooms overlook both San Montano Bay and a private sandy beach. Negombo Park, across the street, has 14 outdoor geothermal pools of varying sizes and temperatures, all scattered over a rocky hillside.WHAT TO DO: Visit the Museo Archeologico di Pithecusae (Corso Angelo Rizzoli; 39-081/900-356; pithecusae.it), in Lacco Ameno. The museum houses ancient artifacts, including the Coppa di Nestore (mentioned in Homer’s Iliad), from the ancient Greek settlement of Pithecusae. —Hannah Wallace.travel+leisure

E grazie al Magazine Travel + Leisure di Ischia stanno parlando, oltre al Winsotn Salem Journal, anche The Columbus Dispatch, Texarkana Gazzette, Slam Sports, USA Today, Pittsburg Post-Gazzette, The World