• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI
  • Annunci

Caldooooooooooo!!!!!

Arriva la prima, vera, ondata di caldo in Italia. A partire da venerdì e per tutto il week end sulle regioni centro settentrionali sono previste temperature attorno ai 35-37 gradi. E in alcuni casi, soprattutto nelle grandi città, il termometro potrebbe sfiorare i 40. Allerta a Trieste, Milano, Bolzano, Bologna, Brescia, Roma e Rieti. Mentre sabato “allarme 3”, il massimo, a Torino e Venezia. Da lunedì temperature in calo.

 

Il sistema di previsione metereologico del Dipartimento della Protezione Civile (che monitora la situazione di 27 città italiane dal 15 maggio al 15 settembre) segnala che, nel fine settimana, “l’allerta sarà al livello 2″ anche a Genova e Perugia . Si attendono dunque ”condizioni meteorologiche di rischio che persistono per tre o più giorni consecutivi” nei quali ”è necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio”.

Gli esperti invitano inoltre ad evitare prolungate esposizioni al sole e di dotarsi di scorte d’acqua prima di mettersi in viaggio. Secondo il servizio meteo del Dipartimento le temperature saliranno costantemente di uno, due gradi al giorno fino a domenica, soprattutto in Sardegna, sulle regioni centrali tirreniche e su tutta la zona della pianura Padana.

Tra lunedì e martedì è invece previsto un ritorno delle temperature ai livelli medi stagionali. Non si tratta comunque di un’ondata di calore significativa, spiegano i meteorologi, anche se, essendo la prima della stagione, potrebbe provocare qualche disagio in più. Per questo sono già state allertate tutte le strutture locali, nonché i comuni, affinché i cittadini siano informati sulla situazione meteo e sui comportamenti da tenere in presenza delle ondate.

Alcune città, come Bolzano, hanno già fatto scattare i piani di emergenza per le categorie più deboli, anziani, bambini e persone malate. A favorire l’arrivo del grande caldo, “anche l’elevato livello di umidità presente su buona parte dell’Italia”, che fa sì che le temperature siano percepite come più alte rispetto a quella che è la realtà.

Annunci

La cerimonia di apertura delle Olimpiadi

Bellissima, davvero.  La prima parte con i tamburi e le luci era davvero emozinante. Poi è diventato un po’ pesantino il discorso sulla scritture… un po’ troppo “poetico”. Poi gli uomini luce… fantastici!!! Quando hanno ricostruito lo stadio “nido d’uccello” col pianista al centro è stato emozionante, bellissimo!

Poi la lunghissima sfilata e il 190° posto dell’ITALIA… con un sorridentissimo Antonio Rossi.

E che dire… si inizia… spolveriamo il medagliere!!!!

… ma avete sentito i commentatori su rai2 riguardo l’assenza del Premier Berlusca?  Hanno detto che Berlusconi non è andato a presenziare l’apertura perchè lì fa troppo caldo, 50 Gradi… e i commentatori hanno commentato tra i denti…. “e che è l’equatore? Che esagerazione!”….

Infatti che esagerazione…

Ma stiamo scherzando???!!!

Ecco cosa riporta l’ansa di oggi per le allerte contro il caldo:

ROMA – Sole africano sull’Italia e cresce il numero di città assediate dall’ondata di calore: tra oggi, domani e dopodomani sono ben 11, secondo il Sistema d’allarme del Dipartimento della Protezione civile che monitora 26 centri urbani.

A toccare il livello 3 – quello più alto, che segnala un’ondata di calore in corso, cioé una situazione di caldo patologico che determina un aumento della mortalità nella popolazione – oggi domani e dopodomani sono Bolzano (con una temperatura percepita di 36 gradi), Brescia (35 gradi) e Verona (38 gradi); Civitavecchia raggiungerà il livello 3 dopodomani (temperatura record di 39 gradi), Firenze (35 gradi), Perugia, Rieti e Roma (36 gradi) domani e dopodomani; Torino, Milano (36 gradi) e Latina (37 gradi) dopodomani.

Altre città (Bologna, Frosinone, Genova, Reggio Calabria e Trieste) sono invece al livello 2, che indica temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio (anziani, bambini e soggetti con patologie cardiovascolari).

Bene… Napoli non è nemmeno menzionata… manco una provincia… ma diamine, io ieri sono stata a Napoli all’Università e il termometro segnava 38 gradi. Oggi a Ischia ci aggiriamo su quella cifra.

Possibile che non ci sia nulla come piano anti caldo? Anche qui stiamo “con l’afa alla gola”.

Assurdo anche che ogni volta che si fanno le previsioni del tempo la fascia che mi interessa è puntualmente saltata per parlare direttamente di Calabria e Sicilia.

Per non parlare poi dei servizi sul caldo e sui turisti, anziani e bambini che hanno caldo…. la mia zona sparisce miracolosamente dal google earth dei cronisti.

Possibile che della Campania interessi solo l’emergenza NU? (Che poi ieri almeno il centro era okkei)

E se mi gira la ciribiricoccola…. mah…

Cosa può la Scienza con la SCI maiuscola….

E dopo il meteo dalle nuvole dei dipinti….

L’eclissi totale di Sole descritta da Omero nel ventesimo libro dell’Odissea è realmente accaduta il 16 aprile 1178 a.C. La scoperta, che secondo gli esperti potrebbe aiutare anche a datare la caduta di Troia, si deve a due astronomi che hanno pubblicato il risultato sulla rivista dell’Accademia Americana delle Scienze, Pnas. Marcelo Magnasco, dell’americana Rockefeller University e Constantino Baikouzis, dell’osservatorio argentino di La Plata, hanno setacciato i testi omerici alla ricerca di riferimenti astronomici da corroborare con prove scientifiche. Hanno identificato così quattro descrizioni dettagliate di eventi celesti che compaiono dell’Odissea prima, durante e dopo la strage dei proci compiuta da Ulisse. Eventi che si riferiscono a posizioni di costellazioni e pianeti nel cielo e che culminano con l’eclissi di Sole che accompagna la discesa nell’Ade dei Proci. I calcoli degli astronomi hanno dimostrato che quelli che potrebbero sembrare ‘ambientazioni poetiche’ sono riferimenti astronomici precisi che si sono susseguiti con la stessa cadenza descritta da Omero a cavallo di un’eclissi totale di Sole che avvenne il 16 aprile 1178 a.C.

E che luna ieri al Solstizio!!

Che bella serata

LONDRA – Circa 30 mila persone hanno festeggiato all’alba di oggi con danze e canti il solstizio d’estate a Stonehenge, il sito archeologico di Wiltshire, in Inghilterra. Il sole è sorto alle 4 e 58 minuti e un’ovazione generale ne ha accompagnato l’apparizione. Moderni druidi (discendenti dei sacerdoti celtici che duemila anni fa organizzarono la resistenza contro Giulio Cesare), ecologisti, neo-hippies e semplici curiosi si sono radunati davanti alla pietra Heel, la cosiddetta “Pietra del tallone”.

Leggenda vuole che il diavolo abbia scagliato questo masso contro un frate colpendolo al tallone. L’impronta del frate si sarebbe così impressa sulla pietra. Peter Rawcliffe, un ragazzo di 26 anni, ha commentato così la sua presenza a Stonehenge: “Mi sento come un druido clandestino. Durante l’anno costruisco giocattoli, ma durante il solstizio d’estate viene fuori l’hippy che c’é in me. E’ davvero un’esperienza magica”. John Tarbuck, di 33 anni e originario della Cornovaglia ha invece detto: “Festeggiamo la natura, la vita e tutto ciò che fa sì che il nostro pianeta continui a girare ogni mondo”.

L’English Heritage, l’ente che si occupa della protezione del patrimonio artistico britannico, sostiene che l’affluenza di quest’anno è stata la più alta della storia insieme a quella del 2003. Sempre all’alba di oggi la polizia britannica ha arrestato 15 persone, colpevoli di violazioni varie all’ordine pubblico. Stonehenge (in antico inglese “pietra sospesa”) è un sito neolitico, costituito da un insieme circolare di pietre erette, i menhir, in lingua celtica. Le ipotesi più fantasiose sulla sua origine attribuiscono la sua edificazione ai druidi o addirittura al Mago Merlino. Gli archeologi invece ipotizzano che potesse essere un tempio, un osservatorio astronomico o una metropoli. L’Antico Ordine dei Druidi (AOD) iniziò a celebrare ufficialmente il solstizio d’estate il 21 giugno del 1905. Con il passare degli anni l’appuntamento divenne sempre più popolare. La sopravvivenza di Stonehenge era stata messa in dubbio da un progetto di tunnel autostradale che sarebbe dovuto passare proprio sotto il sito archeologico. L’ipotesi era stata poi messo da parte perché antieconomico e pericoloso per l’ambiente. Nel luglio scorso Stonehenge non era stata inclusa, a differenza del Colosseo, fra le “Nuove Sette Meraviglie del Mondo”, scelte attraverso un discusso sondaggio planetario. La sua esclusione aveva destato numerose polemiche.