• Per contattarmi

    Per contattare l'autrice di questo Slurmissimo blog vi basta lasciare un post in bacheca :-) grunkalunka.jpg Ps. Lasciate i cesti doni all'ingresso saranno ritirati da GrunkaLunka
  • Homer Philosofy

    crossover_homer_bender_th.jpg
  • Lo squalo – Spielberg’s Jaws

    royscheider.jpg
  • Gonzo Reporter – My favourite Muppet

    Gonzo Reporter
  • O SSAJE COMM FA O CORE

    Tu stiv 'nziem a nat, je te guardajie/ e primma e da 'o tiemp all'uocchie pe sa nnammurà/ già s'era fatt annanz o core: "A ME, A ME!" .../ o ssaje comm fa o' core quann s'é nnammurat!/ Tu stiv nziem a mme, je te guardav e me ricev:/ "Ma comm sarrà succiess, ch'è frnut? Ma io nun m'arrend, ci voglio pruvà!"/ pò se facette annanze o core e me ricette: "vuò pruvà? E pruov, je me ne vac..."/ o ssaje comm fa o core quann s'è sbagliat...! MASSIMO TROISI
  • Annunci

Non poter dormire se prima non si legge

neverForse è un pensiero un po’ controcorrente, ma io credo ci sia stato un boom nella lettura. Non la lettura dei format classici, ma la lettura in generale.

Con i nuovi media e i social network (sembrano passati decenni da quando ne studiavo gli albori) è inevitabile la lettura. Bisogna avere a disposizione gli strumenti giusti per poter affrontare la lettura in modo corretto, questo sì… ma ormai è un aspetto imprescindibile per interfacciarsi con il mondo.

Io leggo fin troppo, libri e altro in italiano ed inglese indifferentemente. Sin da piccola, ho sempre portato con me un libro in borsa, ovunque.

Ora ho un kindle sempre carico con me. Oltre ad un libro cartaceo. E la connessione web sempre attiva…

E ciò mi ha portato ad avere una abitudine che si è consolidata ormai in quasi 30anni…. leggere prima di addormentarmi. Badate bene, non leggo per addormentarmi, ma leggo prima di addormentarmi. Concetto importante.  Ritagliare un momento per la propria fantasia, per un mondo fatto di pagine e di inchiostro.

Mondi sempre nuovi, amici sempre nuovi, scoperte ed esperienze… tutto attraverso un libro che altro non è che un portale verso l’infinito.

Dopo aver letto un libro, non si è mai la stessa persona.

NeverEndingStory docet.

Annunci

Cloud TimeLapse

Wizard-of-Oz-tornadoI timelapse sono incredibili. Lasciano puntualmente senza fiato.
Questo è sulla formazione di una mega nube.

 

 

 

Le possibilità mancate dell’elettrico (considerazioni personali)

leaf-plugPersonaggi come Capitan Planet e molti altri ancora hanno avuto una forte influenza sul mio modo di concepire la natura ed il territorio. Non è debolezza verso i meccanismi del marketing, ma è esposizione a (si spera) giusti valori veicolati da icone grafiche o testuali che hanno fatto sì che si formasse in me una sorta di coscienza ecologica

Tutto ciò per condividere una breve considerazione: l’elettrico è fuori dalla portata dei comuni mortali.

Mi spiego.

L’idea dell’elettrico è ottima, permetterebbe non solo un risparmio economico (dopo l’investimento iniziale) ma soprattutto una salvaguardia dell’ambiente con un rapido miglioramento della condizione di vita. Questi buoni propositi si scontrano con la realtà dei fatti: l’autonomia.

Ciò che frena la maggior parte delle persone è la limitatissima autonomia dei mezzi elettrici.

Porto la mia situazione come esempio: vivo ad Ischia, isola verde (di nome, si spera presto lo ritorni ad essere anche di fatto) e mi sposto, quando posso, a piedi, in mtb, con i mezzi pubblici o con amici. da tempo monitoro il web alla ricerca di un mezzo elettrico che possa fare al caso mio. Ne ho trovati vari, ma nel range in cui posso muovermi (economicamente) le offerte sul mercato sono ridicole. Non esiste un bilanciamento spesa servizio, la manutenzione del blocco batterie, l’eventuale sostituzione sono sempre un extra….   Avevo deciso di optare per lo scooter Yamaha, di design davvero interessante. Nonostante non sia economicissimo ha una autonomia di poco più di 40 chilometri e la carica per essere raggiunta impiega tante ore.

Ischia è relativamente piccola, i miei spostamenti sarebbero contenuti… ma ci sono più salite che strade in piano, quindi l’autonomia quasi si dimezza.

Altro punto: non esistono le colonnine per ricaricare la batteria. Quindi se si resta fermi per strada, che si fa? Si entra in un bar e si chiede un caffè e una trentina di minuti di corrente???

Mah. Questi sono alcuni dei punti per cui, secondo me, l’elettrico è imbrigliato e lontano dal successo che meriterebbe.

 

Le foto storiche dell’archivio Luce

Una volta digitalizzate, le foto degli archivi viaggiano sul web alla velocità della luce…. e proprio dall’Istituto Luce proviene questa meravigliosa foto che ritrae Maria Callas nel 1957 ad Ischia

CALLASS

Lasciarsi incuriosire dai travel blogger

946606_527538833967479_1241496026_nInternet sempre più alla mano (smartphone e tablet sono gli oggetti che non mancano mai nelle valigie e nelle borse di tutti, siano essi viaggiatori o no) permette una condivisione di esperienze unica e rapida.

Un “on the road” continuo che porta alla condivisione di sentimenti ed emozioni che magari di persona non vengono nemmeno nominate. La tastiera aiuta a mettere nero su bianco alcune sensazioni vissute, sensazioni ceh riescono a colpire il lettore e creare un legame.

Questa la chiave di volta (almeno è una delle tante) dei travel blogger, persone che viaggiano e durante il viaggio condividono non solo ciò che fanno, ma anche e specialmente l’esperienza vissuta. Un racconto vero e sincero, supportato anche da alcune foto, che stuzzicano nel lettore la voglia di viaggiare, di rivivere quelle emozioni sulla propria pelle.

Ad esempio leggere “I’m On a Boat, Off the Island of Ischia Italy” stimola da subito, nei soggetti predisposti, la curiosità di visitare quel luogo o almeno di cercare altre notizie su Ischia. Le foto postate e il racconto della giornata in barca trascorsa dalla protagonista sono semplici e diretti, uno spaccato della propria vita, con amici, familiari (c’è anche un bimbo piccolissimo) e la convidisione delle proprie abitudini che rendono il racconto molto veritiero ed affidabile.

 

La promozione passa dal qwerty, prepotentemente.

 

Scandal in Ischia…

Arrivano dal web, condivise dai fan club e dalle community le foto dei personaggi famosi in vacanza che, sorridenti, posano con i propri ammiratori.

Stamattina la pagina Facebook di Scandal, il noto telefilm che in Italia viene trasmesso sulle reti Rai, ha postato la foto di Jeff Perry, simpatico attore protagonista del telefilm, nelle vesti di Cyrus Beene.

Eccola qui…. sembra sia ad Ischia (molto probabile perchè nei giorni scorsie ra a Roma a giudicare dalle foto postate sul suo profilo twitter)

jeff perry